analisi grafologiche - professionale M

Profilo analitico della personalità e valutazione delle attitudini su grafia di XY, soggetto maschile, di anni 29,

Laurea in Lingue e culture per il marketing internazionale.

 

1.    Quadro generale

L’autore della grafia esaminata dispone di molteplici e interessanti risorse, che vanno dalle elevate capacità di apprendimento alla personalizzazione delle idee; dalla flessibilità del carattere alla sostanziale tenuta sul piano delle convinzioni; dall’attenzione per la concretezza al desiderio di autocontrollo. In più si rileva in lui la voglia di muoversi e di agire, accompagnata da una certa dose di prudenza che lo preserva da scelte avventate.

2.    Punti da migliorare

Tra i limiti segnaliamo la difficoltà a mantenersi calmo quando si sente sotto pressione, cosa che non favorisce la piena efficacia del suo autocontrollo. Inoltre è da sottolineare la sua difficoltà a mantenere un elevato e costante livello di fiducia e di autostima, a causa di una percezione di sé non sempre rispondente alle proprie effettive capacità. Infatti l’auto-percezione risente di sobbalzi improvvisi, di fasi di fiducia a cui seguono timori e dubbi, che riducono la tranquillità, la stabilità e la determinazione nell’affrontare le difficoltà che lo aspettano.

3.    Prima sintesi

Le sue migliori doti, che comunque superano decisamente i limiti, appartengono prevalentemente al piano dell’intelligenza, mentre i punti da migliorare riguardano il carattere.

4.    Sviluppo dell’analisi

Scendendo più nel dettaglio, rileviamo un’apprezzabile malleabilità mentale, che si traduce nella naturale disponibilità a recepire informazioni, idee e indicazioni. Questo gli consente di arricchire continuamente le sue conoscenze e di dare un senso positivo alle esperienze, perché sa imparare dagli altri e da quello che gli accade intorno.

Rielabora ciò che l’ha colpito e interessato e si forma così un bagaglio sempre rinnovato di conoscenze e di competenze, che però convivono dentro di lui con stati di irrequietezza e di apprensione, che lo inducono a concentrarsi su se stesso più del necessario e più di quanto sarebbe utile per una migliore efficacia operativa.

La sua elasticità, sia a livello mentale che di carattere, non lascerebbe immaginare che possa assumere posizioni ferme e tenaci. In realtà riteniamo che siano proprio alcune sue insicurezze a condurlo - vantaggiosamente - verso appigli forti, che lo rassicurino e gli permettano di confrontarsi con forza, a costo di apparire testardo, anche con persone di cui ha stima e considerazione.

È attratto dagli avvenimenti e dalle opportunità concrete, dalle possibilità scaturite dai progetti e dalle idee che la sua mente crea ed elabora, o dalle occasioni che gli si presentano. Dunque non rimane in una condizione troppo intimista e introversa, ma riesce a indirizzare verso l’esterno le sue tensioni. Da ciò si deduce che non mancano in lui nervosismo e irrequietezze, ma non manca neppure una vivace spinta al lavoro.

In più, la sua convinta adesione al rispetto delle regole e dei doveri lo facilita nel convogliare le risorse di energia e di intelligenza verso gli scopi che si impegna a perseguire. Di conseguenza si può avere fiducia che, malgrado qualche puntigliosità (dovuta più a caparbietà mentale che a spigolosità di carattere), prevalga sempre in lui il senso del dovere e la voglia di realizzare qualcosa di oggettivamente valido.

 

Va aggiunto che sa il fatto suo nel costruire e condurre i rapporti interpersonali. Ha la flessibilità necessaria per farsi accettare, ma soprattutto sa esprimere un elevato calore umano e una comunicativa che si rivelano una reale risorsa. Il soggetto è tutt’altro che freddo, distaccato o insensibile, quindi potrà dimostrarsi coinvolgente nella richiesta di un appuntamento, nell’incontro con un cliente, nella presentazione delle proposte, nelle trattative commerciali e, in generale, nelle dinamiche reazionali sul lavoro.

Dal punto di vista professionale i suoi punti forti sono due: saper conquistare a livello umano la fiducia del cliente e saper spiegare bene i contenuti della proposta. Dunque le sue abilità relazionali si coniugano bene con la ricchezza di argomenti che sa proporre, perciò può ottenere risultati interessanti in campo commerciale, anche se ovviamente avrà bisogno di un periodo di rodaggio. Per dare il meglio di sé deve prima fare esperienza, ma è in grado di costruirsi le condizioni propizie per un’efficace crescita professionale.

Ha bisogno di tessere la tela prima di agire, ma in lui il pensiero e l’azione sono interconnessi a livello progettuale e di obiettivo. Ambedue le risorse sono in lui valide e ben integrate, tanto da far ritenere che possano ridurre sensibilmente l’effetto degli elementi critici sopra segnalati, in particolare qualche instabilità sul piano emotivo e qualche rischio di ansietà.

La vivacità individuale che contraddistingue il soggetto lo sospinge verso il fare, malgrado siano forti i richiami verso l’interiorizzazione delle esperienze. In definitiva anche la sua mente, molto interessata alle novità e alle esperienze stimolanti, lascia presumere che possa ideare e applicare soluzioni innovative e non banali.    

Nella sua azione ricerca più la collaborazione che la totale autonomia. Ha bisogno di avere punti di riferimento, di discutere e confrontarsi con chi ha delle responsabilità superiori alle sue. Per questo motivo, nel caso l’azienda decidesse di inserirlo nel suo organico, suggeriamo di affiancargli all’inizio una persona che sappia dargli delle direttive generali ma precise e che controlli l’evolversi delle situazioni che si verranno a creare. Nella prima fase, infatti, se fosse lasciato troppo a se stesso potrebbe andare sotto stress.

Dunque è bene impiegare tempo e risorse per accompagnarlo nella fase di avviamento della sua futura attività. La chiarezza di programmi e di obiettivi dovrà essere un punto di partenza, totalmente ed esplicitamente condiviso dal candidato. Quanto più sarà preciso e chiaro il programma che dovrà mettere in atto, tanto più potrà assicurare buoni risultati.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Condividi pagina  
Girolamo Moretti
Recanati 1879 Ancona 1963
Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti
Sede legale
scale San Francesco 8, 60121 Ancona
Sede operativa, Presidenza e Segreteria
piazza San Francesco 7, 61029 Urbino (PU)
Tel. +39 0722 2639 - C.F. 93139960426
Iscriviti alla Newsletter
Copyright © 2017 - Powered by mediastudio
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, CONSULTA LA COOKIE POLICY.
Cliccando sul pulsante acconsenti all’uso dei cookie.